Comune di Poschiavo
  • poschiavo 01
  • poschiavo 02
  • poschiavo 04

Contatti & orari di apertura al pubblico

Da lunedì a venerdì 14:00 - 17:00 | T +41 81 839 03 00 | F +41 81 839 03 62 | info@poschiavo.ch

Nomina
Il Consiglio comunale nomina la signora Anna Merlo quale nuova responsabile dell’ufficio fiscale e dell’alleanza fiscale Bernina a partire dal 1° aprile 2018.

Rilievo degli indirizzi degli edifici
Dopo l’esposizione pubblica, avvenuta dal 23.10. - 21.11.2017, aver consultato il signor Fernando Iseppi, membro della Commissione della nomenclatura cantonale ed aver evaso vari ricorsi, il Consiglio comunale approva la nuova denominazione delle strade con la realizzazione dei rispettivi numeri. Le modifiche principali sono:

  •  La toponomastica preesistente nei documenti storici o nella memoria è stata rispettata; i nomi nuovi sono strettamente legati al territorio e rispettano l’interesse comune.
  •  Il sistema di trascrizione di nomi locali, come delle vie, valido per tutto il Grigioni italiano, è stato uniformato adeguandolo alle direttive indicate dal Lessico dialettale della Svizzera italiana.
  • L’ortografia poschiavina è stata corretta basandosi, fra l’altro, sul Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana (VSI));

  • Il Consiglio comunale ha evitato nomi ibridi (italiano-poschiavino) uniformando la nomenclatura usata;

  • Il nome delle vie, o dei viali, viene riportato in dialetto poschiavino;

  • L’uso del nome delle piazze è facoltativo (non fa parte del concetto degli indirizzi degli edifici del Comune di Poschiavo) e può essere aggiunto al nome della via.

  •  La via dal Cunvent inizia da „Plaza da Cumün“ fino all’incrocio con la „Via dal Ginasi“;

  •  La „Via dal Pozz“ inizia all’incrocio con „Via dal Ginasi“ e termina all’incrocio con „Via di Palazz“;

  •  La „Via da l’Uspedal“ viene cancellata. Al suo posto viene prolungata la „Via da S. Sisto“;

  •  Viene inserita la „Via da Cölögna“ (incrocio via Lunga a circonvallazione Cologna);

  •  Curtinel e San Sisto diventano: „Via da Curtinell“ e „Via da S. Sisto“;

  •  Il nome dei Santi viene trascritto sempre in italiano. Fa eccezione “S. Pieru” per ragioni storiche;

  •  La „Via da Martin“ non viene corretta in “Via da S. Martin“ o „Via di S. Martino”;

  •  Si usa unicamente “via o vial”, la definizione di “strada” viene cancellata (p. es. Strada S. Giovanni);

Tutti i cittadini che hanno subito un cambiamento riceveranno una lettera informativa personale. L’introduzione dei nuovi indirizzi è prevista per il 1° gennaio 2019.

Delibere
ll Consiglio comunale delibera le opere da capomastro per la strada "Somdoss-Cavaglia" alla ditta Fratelli Lanfranchi e per la strada "Funtania" all‘impresa Capelli.

In seguito alle prescrizioni sulla qualità dell'acqua, il Reparto tecnico ha provveduto alla richiesta di un'offerta per la regolazione, rispettivamente miscelazione delle acque sorgive dalle fonti con valori limite di arsenico troppo alti. In particolare si tratta di progettare una vasca di miscelazione e regolazione in aggiunta al serbatoio Lungh e di regolare la rete distribuzione tra le zone di pressione di Poschiavo e Li Curt. Il progetto, secondo le indicazioni ricevute dagli uffici cantonali preposti, è da eseguire entro e non oltre le fine del 2018. ll Consiglio comunale aggiudica i lavori di progettazione definitiva, le verifiche idrauliche, l'appalto dei lavori e la direzione dei lavori allo studio d'ingegneria AF Toscano AG.

Gestione e smaltimento rifiuti
Il Consiglio comunale decide di raccogliere e smaltire i rifiuti temporaneamente a livello comunale per un periodo di 5 anni, adducendo la necessità di non perdere ulteriore tempo per questioni di carattere finanziario. Il lasso temporale di 5 anni verrà utilizzato per cercare di tenere fede agli impegni contenuti nel messaggio della votazione popolare del 21.5.2017, che prevede l‘armonizzazione delle tariffe a livello regionale, e preparare la procedura per demandare in futuro il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti alla Regione Bernina.

Permessi
Il Consiglio comunale, in qualità di Autorità edilizia, autorizza la realizzazione di una nuova struttura portuale in zona “Botul”. Dopo la realizzazione di un concetto di gestione dell‘infrastruttura, s’intende realizzare la struttura entro al più tardi la primavera 2019.